Allergologia e immunologia

allergologia roma
allergologia roma

Allergologia. La valutazione allergologica effettuata da uno specialista costituisce un passo fondamentale per escludere, diagnosticare o monitorare un disturbo di natura allergica. Il paziente viene accolto dal medico specialista che raccoglie il maggior numero di informazioni possibili sulla sua storia clinica, lo stile di vita e la tipologia di lavoro, prendendo in considerazione eventuali esami già effettuati al fine di giungere a una diagnosi accurata. L’allergologia si occupa della prevenzione, della diagnosi e del trattamento delle reazioni eccessive del sistema immunitario a sostanze estranee, chiamate “allergeni”, anche se a volte innocue come il polline. Le allergie possono manifestarsi in varie parti del corpo, ma le zone di maggior interesse sono solitamente la pelle, il naso, gli occhi, i seni paranasali, la gola, i polmoni e le pareti dello stomaco.

Test allergici:

Il test Prist (PaperRadioImunoSorbent Test) è un’analisi di laboratorio che misura le IgE e serve a valutare un processo allergico in atto, determinando la concentrazione totale nel sangue di particolari anticorpi, ma non identifica gli allergeni specifici. Il test Rast (RadioAllergoSorbent Test) è un’analisi di laboratorio in grado di identificare possibili allergeni responsabili di reazioni sintomatiche, fornendo un’indicazione specifica sul grado di sensibilità del paziente rispetto alla sua esposizione con uno specifico allergene. Il Patch Test è l’esame principale per la diagnosi della dermatite allergica da contatto e consente di distinguere le dermatiti irritative da quelle allergiche. Questo test viene eseguito applicando una serie di cerotti sulla pelle del paziente, nei quali sono presenti alcune sostanze da testare. Dopo 48 ore i cerotti vengono rimossi e si verifica la reazione cutanea (arrossamenti o edemi) nella zona di applicazione degli stessi.

QUANDO RIVOLGERSI ALL’ALLERGOLOGO

E’ opportuno rivolgersi all’allergologo in presenza di sintomi quali sfoghi cutanei, problemi respiratori o sinusiti, congestioni nasali o difficoltà respiratorie croniche in età adulta, o nei bambini che presentano secrezione nasale liquida continua, sensazione di naso chiuso, prurito nasale, lacrimazione e arrossamento, starnuti ripetuti. E’ consigliabile anche in caso di febbre o altri sintomi influenzali che persistono per più mesi in un anno, quando l’assunzione prolungata di antistaminici non è efficace o quando i sintomi invalidano le attività quotidiane.

Seguici sui social media

4 + 5 =

Privacy Policy Cookie Policy