Check up intestinale

check up intestinale roma
intestino roma
san peter roma

Check up intestinale – Negli ultimi anni gli esperti hanno dimostrato un forte legame tra la salute del tratto intestinale e il sistema immunitario, l’umore, la salute mentale, le malattie autoimmuni, la salute della pelle e i disturbi endocrini. Il nostro sistema digestivo, se trascurato, può essere soggetto a numerose patologie come ulcere, gastrite, reflusso gastroesofageo, colite ulcerosa, diarrea, gonfiore e sindrome dell’intestino irritabile, tra le altre.

Per indagare sulla salute dell’intestino, proponiamo un controllo analitico per verificare lo stato di salute dell’apparato gastrointestinale del paziente. La salute del tuo intestino è fondamentale e se si verificano problemi intestinali come la sindrome dell’intestino irritabile, la diarrea, il gonfiore o la stitichezza, è necessario indagare sulla patologia con analisi su campioni di feci, urine e saliva. Per prevenire tali patologie, sono necessari controlli periodici che contribuiscono alla salute dell’intestino.

Il PEP Test si effettua su un campione di saliva per la ricerca della pepsina, un enzima prodotto dalle cellule peptiche della mucosa gastrica. La Disbiosi intestinale è un test che va effettuato su un campione di urina per la ricerca di eventuali alterazioni quali-quantitative della micoflora batterica presente nell’intestino umano. La Calprotectina rileva uno stato infiammatorio dell’intestino ed è presente nei granulociti neutrofili, un gruppo di globuli bianchi. In caso di infiammazione gastrointestinale, i neutrofili rilasciano calprotectina, la cui concentrazione nelle feci aumenta ed è stabile per alcuni giorni. Il test si effettua su un campione di feci. Il test Helicobacter Pilory nelle feci serve a diagnosticare una gastrite da Helicobacter.

Alterazioni non specifiche dell’apparato digerente:

Esame chimico-fisico e microscopico delle feci: questo esame serve a verificare la presenza di eventuali parassiti intestinali.

Disbiosi: Si tratta di un’alterazione del microbiota locale e serve a valutare le modificazioni della flora batterica presente nell’intestino crasso. Il test si effettua su un campione di urina e serve a verificare la presenza delle molecole Indicano (che indicano la disbiosi a livello dell’intestino tenue) e Scatoilo (che indica una scarsa digestione delle proteine a causa di una flora intestinale non equilibrata).

Zonulina fecale: è una proteina prodotta dalla mucosa intestinale danneggiata. Un elevato livello di Zonulina nelle feci indica un danno alla mucosa. Nei casi di maggiore permeabilità intestinale, può essere causa di patologie come la celiachia, il colon irritabile, le intolleranze alimentari e il diabete mellito di tipo 1.

Lattoferrina fecale: La lattoferrina (o lattotransferrina) è una proteina con attività antimicrobica attiva sia verso i batteri che verso i funghi. Nell’organismo, la lattoferrina viene depositata nei granulociti neutrofili, che la rilasciano nei casi di infiammazione.

Come effettuare il test:

  • Un campione di urine
  • Un campione di feci
  • Un campione di saliva
Privacy Policy Cookie Policy