Gastroscopia e colonsopia in sedeazione

check up intestinale roma
intestino roma

Gastroscopia e colonscopia in sedazione La gastroscopia è una procedura medica in cui un tubicino flessibile e sottile, chiamato endoscopio, viene inserito nella bocca e guidato attraverso l’esofago, lo stomaco e il duodeno per valutare l’intestino da all’interno. Questo esame può essere utilizzato per investigare sintomi e condizioni come la difficoltà a deglutire (disfagia), difficoltà digestive, dolore addominale e anemia inspiegabile. Inoltre, può essere utilizzato per diagnosticare patologie come ulcere gastriche e celiachia o curare condizioni come polipi, tumori e ulcere sanguinanti.

La gastroscopia viene eseguita in sedazione per alleviare eventuali fastidi e ridurre la percezione del dolore. In rari casi, si preferisce agire sotto sedazione profonda, addormentando il paziente. La gastroscopia è un esame generalmente considerato sicuro e non presenta particolari controindicazioni.

La colonscopia, invece, è una procedura medica che permette di esplorare la parte interna del colon e del retto. Grazie alla visione completa delle pareti intestinali, è possibile valutare diagnostiche su eventuali disturbi presenti, come diarrea, stitichezza o perdite di sangue. La colonscopia è particolarmente utile per la rilevazione di problematiche come infiammazione dei tessuti, diverticoli, lesioni, polipi, malattie infiammatorie intestinali, occlusioni o eventuali neoplasie maligne o benigne.

La colonscopia viene eseguita in sedazione per agevolare il rilassamento del paziente e ridurre la percezione del fastidio dato dall’inserimento del colonscopio nel canale anale. Questo esame può essere fastidioso, ma non provoca dolore. In rari casi, si preferisce agire sotto sedazione profonda, addormentando il paziente. La durata della visita è di circa 20 minuti.

Prima della colonscopia, è necessario seguire una preparazione adeguata che prevede il divieto di alcuni cibi come verdure, frutta, pane, pasta e riso integrali, crusca, sughi di verdure e succhi di frutta. La colonscopia è sconsigliata in caso di diverticolite acuta, megacolon tossico e nel recupero da interventi chirurgici in questo tratto di intestino, a causa del rischio di perforazioni intestinali.

Privacy Policy Cookie Policy