Neisseria gonorrhoeae

Neisseria gonorrhoeae

La gonorrea negli uomini si manifesta con un’uretrite caratterizzata da secrezioni abbondanti, dense e di colore giallo-verdastro, bruciori e difficoltà a urinare. Se trasmessa attraverso un rapporto anale, la gonorrea è spesso asintomatica, ma in alcuni casi può causare una proctite sintomatica, con dolore anale, secrezioni dense purulente e sanguinamento, prurito anale e movimenti intestinali dolorosi. Se trasmessa attraverso un rapporto orale, la gonorrea può infettare la gola e provocare una faringite, sia negli uomini che nelle donne. Negli adulti, la gonorrea può causare una congiuntivite a seguito di contaminazione accidentale attraverso le mani infette. Una rara complicanza della gonorrea che può interessare entrambi i sessi è l’infezione gonococcica disseminata, caratterizzata da dolore articolare, eruzioni cutanee, dolore muscolare, infiammazione dei tendini, endocardite e meningite.
La gonorrea può essere diagnosticata tramite esame microscopico con colorazione di Gram, coltura o mediante test di laboratorio molecolari basati sull’amplificazione degli acidi nucleici (NAAT). Gli esami possono essere eseguiti su tampone uretrale nell’uomo e cervicale o vaginale nella donna, oppure su sangue o liquido sinoviale se il soggetto presenta i sintomi di un’infezione disseminata. I NAAT sono attualmente i test diagnostici più sensibili e possono essere effettuati anche su campioni di urina e su tamponi orali e rettali. L’esame colturale con antibiogramma permette di valutare la sensibilità e la resistenza del batterio agli antibiotici.

Privacy Policy Cookie Policy