Intolleranza ai Solfiti

Test intolleranza ai Solfiti

I solfiti sono un comune additivo alimentare utilizzato in molti prodotti, tra cui il vino e le bevande alcoliche, i prodotti da forno (pane, biscotti, crackers), frutta secca, marmellate, gelatine, sciroppi, succhi di frutta, pesce, crostacei, molluschi, insaccati, conserve, patate e prodotti derivati (patatine surgelate, purea, chips), conserve di pomodoro, caramelle e merendine confezionate.
Mentre per gli individui sani le dosi comunemente impiegate nell’industria alimentare di anidride solforosa, uno dei principali componenti dei solfiti, sono considerate sicure, alcune persone possono essere “ipersensibili ai solfiti” e quindi presentare un’intolleranza. Il test genetico può identificare i soggetti predisposti per i quali anche quantitativi modesti di solfiti possono innescare reazioni di bassa tollerabilità, come broncospasmo e altre reazioni allergiche.

Il test per l’intolleranza ai solfiti si effettua tramite un tampone buccale sterile. Per effettuare il test, è necessario utilizzare il tampone nella confezione, strofinarlo sulla superficie interna delle guance, riporlo all’interno della confezione e consegnarlo al laboratorio per l’analisi. Il campione verrà quindi testato per la presenza di mutazioni genetiche che possono indicare una maggiore predisposizione all’intolleranza ai solfiti.

Seguici sui social media

Prenota il test

11 + 8 =

Privacy Policy Cookie Policy